Collegamenti Interni in Sardegna

Questa sezione fornisce un primo orientamento al viaggiatore sui principali collegamenti stradali e ferroviari nella regione. Per informazioni più dettagliate, per es. sul percorso ottimale da fare o sulla percorribilità dovuta al traffico, si consiglia di contattare gli enti competenti.

In auto

Nonostante non sia provvista di autostrade, la Sardegna è ben collegata da Strade Statali a scorrimento veloce. La SS-131 attraversa l’Isola da sud a nord, collegando Cagliari a Sassari e Porto Torres, passando per Oristano. La distanza complessiva è pari a circa 230 chilometri. In prossimità di Sassari parte inoltre una deviazione per Alghero.

Percorendo la SS-131 da sud verso nord e superato Oristano, in prossimità di Abbasanta parte invece la diramazione SS-131dir per Olbia e Golfo Aranci, che passa da Nuoro e da San Teodoro. Da qui proseguendo con altre strade si arriva in Costa Smeralda, Palau e Santa Teresa di Gallura.

Per chi invece non ha fretta e vuole godersi il panorama, da Cagliari per andare ad Olbia e Golfo Aranci si può prendere la litoranea Orientale Sarda SS-125, che attraversa parte del Sarrabus nel cagliaritano, l’Ogliastra e la costa orientale del nuorese. Da Cagliari parte anche la SS-195, che raggiunge Iglesias, passando da Teulada sull’estrema punta sud della Sardegna, Sant’Antioco e Carbonia. Per raggiungere direttamente Iglesias da Cagliari, si può imboccare invece la SS-130.

In treno

I centri principali della Sardegna sono collegati dalla ferrovia di Trenitalia, www.trenitalia.it. Le tratte coperte sono: la linea che collega Cagliari a Carbonia/Iglesias nel Sulcis; la linea che attraversa da sud a nord l’Isola, che parte da Cagliari, raggiunge Oristano ed arriva fino alla stazione di Ozieri-Chilivani, situata ad una cinquantina di chilometri a sud-est di Sassari; infine la linea che parte da Golfo Aranci in Gallura, passa da Olbia, ed arriva fino a Sassari e Porto Torres.

In trenino turistico

Un modo alternativo ed originale per visitare l’entroterra della Sardegna è viaggiando a bordo di vetture di fine ottocento del caratteristico “Trenino Verde“, gestito dalle Ferrovie della Sardegna .

I primi tratti di strada ferrata vennero realizzati nel 1888 ed ancora oggi collegano le zone interne dell’isola alle città principali ed ai porti. Oggi accanto a questo trasporto tradizionale, la società ferroviaria offre dei “viaggi turistici”, alla scoperta dei paesini più isolati, soprattutto su quattro linee: la tratta Sassari – Nulvi – Palau, che attraversa le colline dell’Anglona ed arriva fino in Costa Smeralda in Gallura; la linea Macomer – Bosa attraversa le regioni del Marghine in provincia di Nuoro e della Planargia nell’oristanese; il percorso Mandas – Arbatax attraversa il massiccio montuoso del Gennargentu nella zona dell’Ogliastra; partendo sempre da Mandas mediante la linea di trasporto pubblico locale si arriva ad Isili e da qui si può prendere la linea turistica per Sorgono fino in Barbagia.

E’ possibile anche noleggiare una motrice diesel o a vapore delle ferrovie della Sardegna, scegliendo il giorno, l’itinerario, gli orari e le soste lungo la linea.

 

Pubblicato in Come muoversi

Aggiungi una Recensione

Vota questa attività facendo clic sulle stelle qui sotto:

Articoli correlati