Butera, Falconara ed i Castelli

Situata a circa 70 chilometri a sud di Caltanissetta, Butera, assieme alle sue distanti frazioni, conta circa 5.300 abitanti. Le attrattive principali del territorio sono rappresentate dai castelli e dal mare limpido delle frazioni marine. Situate sulla costa meridionale della Sicilia, Tenutella, Desusino, Falconara e Marina di Butera sono dotate di belle spiaggie sabbiose.
Situata su di una collina a circa 400 metri sul mare, Butera ha origini molto lontane nel tempo, risalenti al 200 a.C. Probabilmente fu edificata da Bute, primo Re dei Siculi, il quale gli avrebbe dato il suo nome.

Il castello di Butera da sempre è stato una roccaforte inespugnabile. In esso si rifugiarono i profughi provenienti dalle campagne e dai paesi limitrofi, durante le invasioni barbariche ad opera dei Vandali (V sec. d.C.), capitanati da Genserico. Anche durante il dominio degli Arabi il castello rimase inespugnabile. Nel 1089 il gran conte Ruggero s’impadronì di Butera, entrando dalla porta a settentrione, che per questo motivo oggi è chiamata Porta Reale.

Iniziato quindi il dominio normanno, Butera ottenne il titolo di Contea da Ruggero, e raggiunse un prestigio in tutta la Sicilia, mai avuto prima. A Ruggero II successe Guglielmo I detto “Il Malo”, che distrusse il castello, che però fu succesivamente ricostruito dal Re Guglielmo il Buono.

Sotto il dominio degli Spagnoli, nel 1540 la signoria feudale di Butera passa sotto il governo dei Branciforte che, nel 1563 ricevettero dal Re Filippo II di Spagna il titolo di principi di Butera. Nel 1805 alla famiglia dei Branciforte successe quella dei Lanza per mancanza di eredi maschi. A circa 15 chilometri a sud di Butera, si trova la frazione di Falconara, famosa per il mare stupendo ed il castello.

 

Pubblicato in Presentazione Località

Aggiungi una Recensione

Vota questa attività facendo clic sulle stelle qui sotto:

Articoli correlati