La Provincia di Messina

Situata nella parte nord-orientale dell’isola, la vasta provincia messinese termina con una delle tre punte della Sicilia, capo Peloro, separato da soli tre chilometri di mare dalla Calabria. Legato a tante leggende, come i mostri marini di Scilla e Cariddi, è proprio lo Stretto di Messina l’elemento caratterizzante della cultura, della cucina e della storia della città peloritana.

Numerose le mete interessanti nel territorio, sia sul versante tirrenico che su quello ionico. A contendersi lo scettro di regina del turismo della provincia, ma anche della Sicilia, la splendida Taormina, autentica perla dello Ionio, e le sette sorelle costituenti l’arcipelago delle Eolie.

Partendo da Torre Faro e seguendo il litorale tirrenico è un susseguirsi di interessanti localià balneari. Dotata di uno stupendo promontorio, tra queste primeggia la graziosa Milazzo, di particolare interesse anche storico.

Da non perdere inoltre una visita ai resti archeologici della città greco-romana di Tindari, ed al santuario dedicato alla madonna nera, situato sull’omonimo promontorio in posizione panoramica. Nei pressi si trova anche il rinomato centro balneare di Marinello, ad Oliveri.

Altri centri importanti sul versante tirrenico sono Patti, Capo D’Orlando, famosa per lo stupendo mare, Santo Stefano di Camastra, il paese delle ceramiche, e Tusa.

Da Messina verso sud lungo il litorale ionico, le principali località balneari sono Nizza di Sicilia, Roccalumera, Santa Teresa Riva, Sant’Alessio Siculo. Situate a breve distanza Letojanni, Taormina e Giardini-Naxos costituiscono un complesso turistico molto importante, meta ambita di un turismo d’elite.

Sopra Taormina da visitare la panoramica e caratteristica Castelmola.
Le bellezze della provincia non si limitano comunque alla sola zona costiera, ma questa terra offre anche interessanti itinerari tra le verdi montagne. Chiamati la Svizzera di Sicilia grazie ai fitti boschi, verdi pascoli d’alta quota, laghi e torrenti, i monti Nebrodi ne sono il classico esempio.

Tra i centri più importanti Acquedolci, Alcara Li Fusi, Capizzi, Caronia, Cesarò, Floresta, Galati Mamertino, Longi, Militello Rosmarino, Mistretta, Santa Domenica Vittoria, San Fratello, San Marco d’Alunzio, San Teodoro, Tortorici e Ucria. In provincia di Catania Bronte e Randazzo.

I Peloritani si estendono da Messina verso l’entroterra. I centri principali sono Antennamare, punto panoramico a 1127 metri di quota sopra Messina, Antillo, Fondachelli Fantina, Portella Mandrazzi, Montalbano Eliconà.

Altra zona interessante della provincia è la Valle dell’Alcantara, in cui l’omonimo fiume ha scavato dei caratteristici canyon nelle rocce di origine vulcanica. Tra i centri più interessanti Moio Alcantara, Motta Camastra, Francavilla di Sicilia e Castiglione di Sicilia (CT).

 

Pubblicato in Presentazione Provincia

Aggiungi una Recensione

Vota questa attività facendo clic sulle stelle qui sotto: