Erice: Atmosfera Magica

Per chi si trova in Sicilia o nella provincia trapanese, una visita ad Erice rappresenta una tappa assolutamente da non perdere. Grazioso centro medievale, situato su di una rupe che domina Trapani a 750 metri di altezza, è raggiungibile anche tramite funivia. Il suo aspetto è molto suggestivo grazie alle stradine tortuose, strette e pavimentate in pietra, alle belle chiese, ai monasteri ed al castello. La cittadina ha una caratteristica forma a triangolo, ed è dotata di tre antiche porte di accesso, che sono Porta Trapani ad occidente, Porta Spada a tramontana e Porta Carmine ad oriente. Oggi è un centro turistico molto rinomato, grazie alla sua atmosfera medievale, all’aria fresca anche in estate ed alle belle pinete che la circondano.

La nascita della città è attribuita agli Elimi attorno all’VIII sec. a.C. Secondo la leggenda la città fu fondata da Erice, figlio di Venere. Alla dea è stato dedicato anche un tempio (Venere Ericina). Tra il 398-397a.C. la città venne conquistata dai Cartaginesi e poi nel 241a.C. passò sotto il dominio dei Romani, che sconfissero i primi nella prima guerra punica. Gli Arabi ed i Normanni per motivi strategici vi costruirono delle fortezze. Durante il dominio aragonese Erice attraversò un periodo di prosperità. La città mantenne il nome normanno di San Giuliano fino al 1937.

 

Pubblicato in Presentazione Località

Aggiungi una Recensione

Vota questa attività facendo clic sulle stelle qui sotto:

Articoli correlati