San Francesco del Deserto

L’ isola è molto antica. Dal sottosuolo emergono tracce di una frequentazione romana con reperti del I, IV e V secolo d.C.

Il nome è di origine popolare, risale alla prima metà del ‘400, quando l’isola venne abbandonata per oltre un ventennio a causa della insalubrità della laguna.

La storia francescana inizia nel 1220: di ritorno dall ‘Oriente vi approdò san Francesco con un anonimo compagno, accolto dal festoso canto delle rondini (il racconto del prodigio è narrato da san Bonaventura nella Legenda Maior).

Nel marzo 1233 l’isola venne donata all’Ordine da Jacopo Michiel, del ramo dogale della famiglia e nipote, per parte della moglie, del patriarca di Grado Angelo Barozzi: all’atto della donazione vi esistevano due chiese, una dedicata al Santo

Pubblicato in Presentazione Località

Aggiungi una Recensione

Vota questa attività facendo clic sulle stelle qui sotto:

Articoli correlati

A Brenzone la vacanza vuol dire innanzitutto natura: acque trasparenti e profonde, dove montagne quasi vanitose si specchiano, antichi borghi e boschi incontaminati. Continua

Nonostante sia la più giovane località nel contesto del turismo balneare, Bibione è ricchissima di strutture ricettive: circa cento alberghi, ventimila appartamenti, campeggi e villaggi turistici, un moderno… Continua