Proverbi Siciliani

Frutto di un’esperienza secolare e vere sentenze e perle di saggezza, gli antichi proverbi costituiscono una forma di espressione della cultura e dell’anima dei siciliani. Essendo inoltre questa terrà così vasta, il dialetto differisce leggermente da una provincia all’altra. Il significato dei proverbi rimane comunque invariato.

 

Aceddu chi canta ta iaggia, o canta pì ‘nvidia o canta pì raggia L’uccello che canta dentro la gabbia canta per invidia o per rabbia
U lupu i mala cuscenza comu opera accussì penza Il lupo (la persona) disonesta pensa degli altri ciò che potrebbe fare lui
Ogni cani è liuni na so casa Ogni cane a casa sua si sente un leone
A pignata vaddata non vugghi mai La pentola guardata non bolle mai (quando una cosa si aspetta non arriva mai)
I guai da pignata i sapi u cucchiaru ca la rimina I guai della pentola li conosce solo il cucchiaio che li mescola
Cu lassa a vecchia pà nova tintu s’attrova Chi lascia la vecchia per la nuova si troverà male
Sceccu chi mancia a ficara si leva u viziu quannu mori L’asino si toglierà il vizio di mangiare i fichi sull’albero solo quando morirà (di persona che certe debolezze o particolari abitudini)

 

Pubblicato in Proverbi

Aggiungi una Recensione

Vota questa attività facendo clic sulle stelle qui sotto:

Articoli correlati