Dolomiti bellunesi

Belluno, la provincia delle Dolomiti: ben il 70% di queste montagne è prerogativa bellunese. Una terra dove il mito prende forma, nella maestosità della natura che il mondo intero ci invidia: Tre Cime di Lavaredo, Marmolada, Tofane, Antelao, Pelmo, Civetta, Cinque Torri. E, ancora, guglie solitarie come la Gusèla del Vescovà, e altri rilievi come le Vette Feltrine e i Monti del Sole.
Da un capo all’altro di questo territorio regna un ambiente puro e selvaggio, ma insieme vivibile e accessibile. Una natura generosa d’inverno quando, da dicembre a Pasqua, diventa il paradiso della neve per sciatori e snowbordisti, ma non solo.

Cortina d’Ampezzo, la regina delle Dolomiti e capitale dello sci sia nordico che alpino, fa parte del comprensorio Dolomitisuperski con il Civetta.
Arabba propone il grandioso Giro della Sella Ronda, mentre la Marmolada affascina ancora di più grazie ai nuovi impianti fino a oltre 3.000 metri e la pista più lunga “la Bellunese“.
La Val Biois seduce con il tour dell’Amore, un itinerario unico al mondo dove godere di suggestivi paesaggi. Mentre dalle piste della Valboite, ai piedi dell’Antelao, si raggiungono straordinari punti panoramici.
Auronzo di Cadore propone piste sia in centro che a Misurina, dove è imperdibile il giro in motoslitta fino alle Tre Cime di Lavaredo. Comelico e Sappada, invece, sono il paradiso per i campi giochi e per gli snowboardisti.
Dalle piste sull’Alpe del Nevegal, la “Terrazza sulle Dolomiti“, si ammira uno spettacolare scenario alpino.
Si scia addirittura in due aree protette: sul monte Avena, porta del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, e sull’altopiano del Cansiglio, nella foresta demaniale fra i monti dell’Alpago, mèta ideale per lo scialpinismo.

Una terra che offre anche agli sportivi più esigenti una carrellata di momenti emozionanti: sugli sci, sulle ciaspole, sulle slitte, sui pattini, sui bob.
Straordinaria pure l’offerta per lo sci nordico, con 360 chilometri di piste perfettamente preparate e diffuse sul territorio che permettono di percorrere ogni giorno nuovi anelli in ambienti sempre diversi. Una menzione particolare meritano i parchi giochi sulla neve, dove fantasia e divertimento sono le prerogative di bambini e animatori.
E ancora: stadi del ghiaccio, piscine coperte e la possibilità di praticare sleddog, snowrafting, sci alpinismo, e discipline nuove e particolari come l’ice kart su ghiaccio.

Oltre 150 gli impianti di risalita, più di 400 chilometri di piste, centinaia di professionisti provenienti da 29 scuole sci a disposizione per insegnare l’abc degli sport della neve, ma anche per aiutare a familiarizzare l’ospite con le usanze, la vita e tutto il calore della gente di montagna.

Pubblicato in Da Vedere

Aggiungi una Recensione

Vota questa attività facendo clic sulle stelle qui sotto:

Articoli correlati