Lido di Venezia

L’Isola d’Oro

Un’isola di dodici chilometri di lunghezza caratterizzata da spiagge di sabbia sottile e dorata, fondali dolcemente digradanti, acqua pulita, stabilimenti balneari curatissimi e attrezzati con le tipiche capannine numerate.

Questo è il Lido di Venezia, luogo di grande fascino ed eleganza, trasformato solo alla metà dell’Ottocento in uno dei più bei centri italiani di villeggiatura estiva.

Dal 1857, anno in cui fu costruito il primo “Grande stabilimento balneare eretto sull’Onda viva del Mare”, cominciarono ad aumentare le presenze turistiche tanto da far meritare al Lido l’appellativo di “Isola d’oro“.

Il turismo d’élite arrivò al Lido grazie alla costruzione dei grandi alberghi di lusso, edifici dall’elegante stile liberty e dal fascino decadente, e poi viali alberati, parchi e giardini.
Per le sue atmosfere di ricercata tranquillità l’isola fu residenza di numerosi poeti, musicisti e scrittori, tra cui Thomas Mann che ambientò il famoso romanzo “Morte a Venezia” in uno degli alberghi più prestigiosi.

Oggi le attrezzatissime strutture ricettive garantiscono agli ospiti vacanze all’insegna del comfort e della tranquillità. Quanto alle occasioni per mantenersi in forma, il Lido di Venezia offre ampie possibilità di praticare sport: equitazione, tiro con l’arco, pattinaggio, tennis, vela, windsurf. E infine il golf con uno dei campi europei più belli situato nella vicina località Alberoni.

Per chi volesse scoprire l’entroterra è sufficiente raggiungere Malamocco, a pochi chilometri dal centro, una delle più importanti località della laguna, che fu scalo marittimo di Padova e sede del Dogato tra il 742 e l’811.

Arrivando, infine, alle manifestazioni culturali, la più importante è a settembre, quando al Lido ritorna quell’atmosfera elegante e mondana del passato con la Mostra Internazionale del Cinema, la più antica rassegna cinematografica del mondo.

Pubblicato in Presentazione Località

Aggiungi una Recensione

Vota questa attività facendo clic sulle stelle qui sotto:

Articoli correlati

A Brenzone la vacanza vuol dire innanzitutto natura: acque trasparenti e profonde, dove montagne quasi vanitose si specchiano, antichi borghi e boschi incontaminati. Continua