Hai selezionato una categoria che non ha nessun risultato per la provincia attuale.

LA PROVINCIA

La Provincia di Messina

Situata nella parte nord-orientale dell’isola, la vasta provincia messinese termina con una delle tre punte della Sicilia, capo Peloro, separato da soli tre chilometri di mare dalla Calabria. Legato a tante leggende, come i mostri marini di Scilla e Cariddi, è proprio lo Stretto di Messina l’elemento caratterizzante della cultura, della cucina e della storia della città peloritana. Numerose le mete interessanti nel territorio, sia sul versante tirrenico che su quello ionico. A contendersi lo scettro di regina del turismo della provincia, ma anche della Sicilia, la splendida Taormina, autentica perla dello Ionio, e le sette sorelle costituenti l’arcipelago delle Eolie. Partendo da Torre Faro e seguendo il litorale tirrenico è un susseguirsi di interessanti localià [Continua…]

IL CAPOLUOGO

Caltanissetta, il baricentro dell’Isola

Caltanissetta, il baricentro dell’Isola

Situata nel cuore dell’Isola a 568 metri di altezza sul mare, Caltanissetta è il luogo ideale di partenza per visitare tutta la regione. Infatti grazie alla sua posizione centrale è possibile fare delle belle escursioni in tutte le provincie siciliane, con rientro in giornata. Tra le principali attrattive del territorio nisseno, i siti archeologici testimoniano le antiche civiltà che insediarono il territorio, soprattutto Sicani, Siculi e Greci. Da visitare inoltre i suggestivi castelli feudali della zona. Nell’ottocento Caltanissetta era famosa per le fiorenti miniere di zolfo, ma la concorrenza dell’America pose fine a questa ricchezza causandone la chiusura; oggi i vecchi impianti abbandonati sono solo meta di turisti. Molto caratteristiche sono le manifestazioni [Continua..]

LE LOCALITA’

La città dai cento orizzonti

La città dai cento orizzonti

Il suo nome è legato a quello di Caterina Cornaro, Regina di Cipro. Ma Asolo ha avuto molti altri ospiti illustri tra i quali Eleonora Duse, grande protagonista della storia del teatro italiano, che qui trascorse gli ultimi anni della sua vita. Asolo è un centro agricolo e artigianale molto piccolo, in provincia di Treviso, famoso per le sue produzioni nei settori del ricamo e della tessitura di seta. Il suo nome richiama i fasti della corte di Caterina Cornaro, che divenuta regina di Cipro cedette l’isola alla Repubblica Serenissima ricevendone in cambio Asolo. Dal 1489 al 1509 il castello posto sulla cima della collina divenne la prestigiosa residenza di Caterina. Di quella storia affascinante e di quella corte sontuosa e raffinata, restano poche testimonianze: la Torre [Continua…]
Il Monte Rosa

Il Monte Rosa

Nota anche come val d’Ayas, il comprensorio si estende fin sotto il massiccio del Monte Rosa, che condivide con la valle di Gressoney, appartanente alla zona del Monte Rosa Walser. Storicamente il territorio è stato abitato dai Salassi, una stirpe celtico-ligure, e successivamente fu utilizzato dai Romani come via di passaggio per raggiungere la Svizzera. Nel 515 nel territorio di Ayas si trasferirono intere famiglie di Walser, una popolazione di origine tedesca, di cui oggi rimangono tracce evidenti soprattutto nei costumi e nell’architettura. Proveniendo dall’autostrada A5 Torino-Aosta, i primi paesi all’ingresso della val d’Ayas sono Verres, all’uscita dello svincolo omonimo, e Issogne. Entrambi sono famosi per i castelli degli Challant. [Continua…]
Stromboli: all’Ombra del Vulcano

Stromboli: all’Ombra del Vulcano

Posizionata all’estremo nord dell’arcipelago, Stromboli è caratterizzata dalla presenza di un vulcano davvero imponente, che gli conferisce la caratteristica forma conica. Protagonista del film di Rossellini “Stromboli, terra di Dio” del 1950, che evidenza la difficoltà di vivere in una terra così, l’isola è tra le mete più affascinanti e suggestive dell’intero arcipelago. Il paese di Stromboli si trova adiacente il mare per una estensione di circa quattro chilometri. Particolare il contrasto tra il bianco delle case ed il colore scuro della terra e delle rocce. Stromboli è la vacanza ideale per chi ama il mare incontaminato, l’ambiente ed i suoi fenomeni naturali. L’attività vulcanica è permanente, le eruzioni sono alternate ed il [Continua…]
Torri del Benaco

Torri del Benaco

Torri è una cittadina che dà il benvenuto al turista con gli ingredienti giusti per catturarne tutti i sensi: il clima mite, il piccolo borgo medievale, il porticciolo, i palazzi dalle nobili architetture, i secolari oliveti, i giardini illuminati dalle delicate sfumature dei limoni, l’ottima ospitalità e gli altrettanto ottimi prodotti gastronomici. L’offerta ricettiva di Torri del Benaco comprende oltre 40 alberghi e poi residence e campeggi, mentre sono a disposizione attrezzatissimi centri sportivi che fanno di questa località un paradiso per gli amanti della vela e del windsurf. Numerosi, poi, sono gli itinerari che si possono percorrere in mountain bike sui sentieri che portano verso le colline e il Monte Baldo, tra boschi di carpini, noccioli, frassini e lecci. E [Continua…]

San Francesco del Deserto

L’ isola è molto antica. Dal sottosuolo emergono tracce di una frequentazione romana con reperti del I, IV e V secolo d.C. Il nome è di origine popolare, risale alla prima metà del ‘400, quando l’isola venne abbandonata per oltre un ventennio a causa della insalubrità della laguna. La storia francescana inizia nel 1220: di ritorno dall ‘Oriente vi approdò san Francesco con un anonimo compagno, accolto dal festoso canto delle rondini (il racconto del prodigio è narrato da san Bonaventura nella Legenda Maior). Nel marzo 1233 l’isola venne donata all’Ordine da Jacopo Michiel, del ramo dogale della famiglia e nipote, per parte della moglie, del patriarca di Grado Angelo Barozzi: all’atto della donazione vi esistevano due chiese, una dedicata [Continua…]