Hai selezionato una categoria che non ha nessun risultato per la provincia attuale.

LA PROVINCIA

Perugia e il suo Comprensorio

Piazza IV Novembre, Perugia Autore: Antonio Furnari Tra le più belle città d’arte d’Italia, Perugia è caratterizzata dalla tranquillità, che regna nelle sue piazze e vie, tanto da meritarsi il sopranome di Bella Addormentata. Tuttavia quasi in contrasto con questo, periodicamente vi si svolgono importanti manifestazioni musicali con concerti fino a tarda notte, come l’Umbria Jazz. Inoltre ad animarla ulteriormente, vi sono i numerosi studenti provenienti da ogni parte del mondo, che frequentano l’Università per stranieri. Abitata già in età neolitica, arrivarono prima gli Etruschi tra il VI e V secolo a.C, e poi i Romani che la ricostruirono col nome di Augusta Perusia. Libero comune tra l’XI ed il XIV secolo, fu caratterizzata da un risveglio [Continua…]

IL CAPOLUOGO

Pordenone Città

Pordenone Città

La città di Pordenone, dal nome latino Portus Naonis, è una città moderna e vivace, all’interno del centro storico si snoda Corso Vittorio Emanuele II, via principale della città vecchia, un’elegante via con lunghi portici, in cui scoprire curate vetrine e accoglienti caffè, per poi addentrarsi nei vicoli su cui si affacciano caratteristici ristorantini. Lasciatevi incantare dal palazzo del Comune,costruito in stile gotico tra il 1291 e il 1395, dalle originalissime forme gotiche, e dalla carrellata di antichi edifici – come l’ex convento di San Francesco, adibito a usi artistico-culturali, ed al cui interno sono conservate tracce di affreschi quattrocenteschi e un chiostro dipinto. A due passi dalla città, sulle rive del fiume Noncello, ci sono angoli di pace in cui la [Continua..]

LE LOCALITA’

Castelnovo del Friuli

Castelnovo del Friuli

Torre di Castelnovo del Friuli Autore: Luca Vivan C’è un Friuli lontano dai flussi turistici e spesso sconosciuto anche ai suoi abitanti, fatto di piccoli paesi che crescono tra fiumi e colline. Sono zone queste, la cui ricchezza principale, la cui bellezza è la natura che li circonda, fatta di distese di boschi percorsi da piccoli torrenti, il cui bene prezioso è il silenzio che accompagna l’esploratore sui pendii, dove da una solitaria chiesa si può ammirare tutta la pianura scavata nei millenni dal fiume Tagliamento. Castelnovo non è un singolo paese ma circa una quarantina di frazioni e piccoli borghi, sparpagliati sulle colline, tra meleti quasi selvatici, orti domestici e sentieri, il cui vero centro è  la chiesa di San Nicolò e la torre poco più in cima. La [Continua…]
Scicli: Barocco e Tradizioni

Scicli: Barocco e Tradizioni

Situato all’estremo sud della Sicilia su di una conca circondata da tre valli, Scicli è un paese molto pittoresco con le abitazioni aggrappate sui pendii. Le principali attrattive sono le bellisime chiese ed i palazzi barocchi del XVIII sec., tra cui molti riconosciuti dall’Unesco. Nei dintorni, inoltre, le stupende spiagge sabbiose dorate sono una meta estiva dei turisti. Il suo aspetto barocco settecentesco è dovuto alla ricostruzione della città dopo la distruzione causata dal terribile terremoto del 1693, che colpì la Sicilia sud-orientale. Oggi l’economia sciclitana è basata sull’agricoltura e sulla produzione del pomodorino ciliegino in modo particolare, ma si sta avviando un lancio di promozione turistica della città, consapevole finalmente delle sue [Continua…]
Spilimbergo, la città del mosaico

Spilimbergo, la città del mosaico

I Magredi e le Grave, costituiscono gli elementi che più caratterizzano il paesaggio naturale dell’alta pianura del Friuli occidentale. Il territorio spilimberghese presenta due diversi aspetti morfologici naturali: la pianura, costituita da terreno ghiaioso alluvionale e racchiusa tra gli alvei del Meduna e del Tagliamento, e la zona montana, parte integrante delle Prealpi Carniche. I tre corsi d’acqua che hanno dato origine alle valli prealpine della zona sono: l’Arzino, il Cosa ed il Meduna. La storia di Spilimbergo, dal Medioevo ai giorni nostri, si può rievocare lungo le vie del suo centro storico dove l’insieme degli edifici sacri, pubblici e privati, e delle strade conservano ancora testimonianze del passato. Il cuore della città è sicuramente Corso Roma, [Continua…]
Filicudi: natura incontaminata

Filicudi: natura incontaminata

Filicuidi è “selvaggia” ed incontaminata da un turismo esasperato, grazie alla sua posizione periferica nell’Arcipelago. Essa è pertanto la meta ideale per una vacanza rilassante lontana da frastuoni e dallo stress della vita frenetica di città, adatta a chi vuole entrare in contatto con la natura. L’isola è dotata di una strada rotabile che collega Filicudi Porto ai villaggi di Val di Chiesa e Pecorini a Mare, anche se percorrere le vecchie mulattiere è sicuramente più suggestivo. Qui è possibile fare degli incontri piacevoli, come con il tipico Asino (u Sceccu) utilizzato ancora oggi per i trasporti, e molto diffuso sull’isola fino a qualche decennio fa. Un altro nucleo abitato è Rocca di Ciauli. La costa a picco sul mare dall’aspetto un pò [Continua…]
Gran San Bernardo: la Tradizione del Carnevale

Gran San Bernardo: la Tradizione del Carnevale

Carnevale a Etroubles Autore: Tahir Edy Letey Molto famoso e sentito, il Carnevale è detto della “Coumba Freidada”, cioè della valle fredda. Coinvolge tutti i paesini delle tre vallate. Una processione coloratissima risale le valli e passa dai paesi di Gignod, Allein, Etroubles, Saint-Oyen, Saint-Rhémy-en-Bosses, Roisan, Doues, Valpelline, Ollomont e Bionaz. Le persone in attesa lungo la strada si accodano così man mano al corteo. Tra le maschere non mancano quella di Napoleone a cavallo, a ricordo dello storico passaggio attraverso il Colle del Gran San Bernardo, e quella del classico Diavolo con il [Continua…]