Hai selezionato una categoria che non ha nessun risultato per la provincia attuale.

LA PROVINCIA

La provincia di Verona

Il territorio veronese racchiude paesaggi naturali di straordinaria bellezza, specialità tipiche enogastronomiche e centri storici ricchi di storia, arte e cultura. La varietà del paesaggio si spazia dalla montagna al lago, dai Monti Lessini e Baldo fino al Lago di Garda. Situata nella zona più a Ovest della regione Veneto, confina a nord con il Trentino-Alto Adige, a est con la Provincia di Vicenza e Padova, a sud con la Provincia di Rovigo, e a ovest con la Lombardia. La costituzione dell’attuale Provincia di Verona la si può far risalire al 1805 con l’invasione di Napoleone Bonaparte. Grazie al suo territorio diversificato la provincia di Verona è caratterizzata da un’agricoltura di tradizione secolare, basti pensare a: il formaggio Monte Veronese DOP, [Continua…]

IL CAPOLUOGO

Feltre: la città dipinta

Feltre: la città dipinta

L’ampia e soleggiata conca della Valbelluna, delimitata a nord dalle Vette Feltrine e a sud dal Monte Tomatico, accoglie la città di Feltre. Di origine romana, nel corso dei secoli fu lungamente contesa per la sua posizione strategica. Prima di consegnarsi spontaneamente a Venezia nel 1404, Feltre conobbe il dominio delle aristocratiche famiglie dei da Camino, degli Scaligeri, dei Carraresi e dei duchi d’Austria. Nei quattro secoli di governo veneziano, interrotti solo dalla devastazione del 1510 ad opera di Massimiliano I d’Asburgo, Feltre conobbe un periodo di notevole benessere economico grazie alla costituzione di una ricca borghesia mercantile. Una ricchezza che si tradusse anche nella vita culturale e artistica della città. I palazzi dalle splendide facciate [Continua..]

LE LOCALITA’

Gran Paradis

Gran Paradis

La stupenda zona a sud-ovest della Valle d’Aosta, compresa tra la fine della conca di Aosta e le strette montane di Pre-Saint-Didier, è chiamata l’Alta Valle. Essa è composta dal comprensorio di Cogne e da quello del Gran-Paradis. Quest’ultimo è costituito da tre vallate: la Valsavarenche, la Val di Rhêmes e la Valgrisenche. Giungendo da Aosta, l’ingresso nel comprensorio del Gran Paradis è costituito da Villeneuve, dove si trova il bel castello di Châtel-Argent. Più avanti, Introd è situato all’ingresso della vallata della Valsavarenche, immersa nel territorio del Parco Nazionale del Gran Paradiso. E’ una lunga valle, che si estende in direzione nord-sud fino ai piedi del massiccio del Gran Paradiso. Dal villaggio di Pont, situato a sud nella [Continua…]
Vulcano: la Dimora di Efesto, Dio del Fuoco

Vulcano: la Dimora di Efesto, Dio del Fuoco

Vulcano, l’isola dell’arcipelago più vicina alla costa siciliana, è caratterizzato dalla presenza di due vulcani, il Gran Cratere e Vulcanello. Il primo è quello principale di notevole dimensioni, detto anche Vecchio o del Piano. Vulcanello invece è molto più piccolo. Collegato al resto dell’isola da un’istmo, originariamente Vulcanello era un’isola indipendente, poi nel 183 a.C. a seguito di un’eruzione si è formata la striscia di terra che lo collega a Vulcano. Per secoli e fino a non molto tempo fa Vulcano è rimasto disabitato, a causa della presenza di continui fenomeni eruttivi. Gli antichi greci pensavano che si trattase di un’isola sacra appartenente ad Efesto dio del fuoco, e che nel suo cratere si trovasse l’officina in cui [Continua…]
Bibione

Bibione

Faro di Bibione Autore: Luca Vivan Nonostante sia la più giovane località nel contesto del turismo balneare, Bibione è ricchissima di strutture ricettive: circa cento alberghi, ventimila appartamenti, campeggi e villaggi turistici, un moderno e attrezzato centro termale. Articolata nei nuclei di Bibione Spiaggia, Lido del Sole e Bibione Pineda, la vasta distesa sabbiosa accoglie il turista con ordinate e coloratissime file di ombrelloni e con un’animazione sportiva capace di entusiasmare tutti: surfing, vela, sci acquatico, nautica e tante altre opportunità per prendere confidenza con il mare. Otto chilometri di spiaggia, perennemente esposti al sole, che si specchiano nelle acque trasparenti e limpide dell’Adriatico, dove correnti marine costanti ne garantiscono [Continua…]
La culla della civiltà veneta

La culla della civiltà veneta

La “capitale” dei Veneti antichi è sorta sulle rive dell’Adige, fiume che un tempo la lambiva. Circondata dai dolci declivi dei colli Euganei, Este è una cittadina immersa in un’atmosfera di affascinante tranquillità L’eco del magico mondo medievale risuona tra i resti del castello marchionale, ma l’atmosfera non è minacciosa. Dell’edificio rimangono solo le imponenti mura, lunghe circa un chilometro e intervallate da dodici torrioni e due masti. All’interno un parco pubblico, un giardino all’italiana impreziosito da statue settecentesche che rappresentano divinità mitologiche. Siamo a Este, in territorio padovano, in una conca protetta dai colli Euganei. Importante centro civile e religioso dei paleoveneti, la cittadina prese il [Continua…]

Il Comprensorio Amerino

Il comprensorio Amerino è costituito dalla zona sud-ovest dell’Umbria a confine con il Lazio. Le città principali nel territorio sono Amelia, Avigliano Umbro, Montecastrilli, Attigliano, Giove e Alviano. Di origini molto antiche, Amelia fu fondata dagli Umbri e poi divenne un importante Municipio di Roma. Del periodo pre-romano è possibile ammirare le possenti mura poligonali alte 8 metri con quattro porte di accesso, che racchiudono il centro storico. Del periodo romano rimangono invece le monumentali Cisterne Romane del I sec. d.C., che servivano per la raccolta dell’acqua piovana. Interessanti testimonianze inoltre sono custodite nel museo archeologico. Passeggiando per le strette vie del pittoresco centro storico è possibile ammirare delle belle chiese, tra cui il [Continua…]