Hai selezionato una categoria che non ha nessun risultato per la provincia attuale.

LA PROVINCIA

Provincia di Agrigento: le Meraviglie della Magna Grecia e non solo

Situata sulla costa meridionale della Sicilia bagnata dal Mediterraneo, la bella provincia di Agrigento è sicuramente tra le mete turistiche più apprezzate dell’Isola. Molto ricco il patrimonio archeologico, basti pensare all’affascinante Valle dei Templi. Un periodo particolare per visitarla può essere in febbraio, quando si svolge la caratteristica Sagra del Mandorlo in fiore, proprio a ridosso degli stupendi edifici dorici. Sempre per gli amanti della storia antica, ed in particolare della Magna Grecia, a circa 35km ad ovest di Agrigento sulla costa, si trovano i resti archeologici di Eraclea Minoa (IV – I sec. a.C.), fondata secondo Diodoro Siculo dal re cretese Minosse. Dotata di meravigliose spiagge in sabbia chiara bagnate da un mare turchese, l’isola di [Continua…]

IL CAPOLUOGO

Pordenone Città

Pordenone Città

La città di Pordenone, dal nome latino Portus Naonis, è una città moderna e vivace, all’interno del centro storico si snoda Corso Vittorio Emanuele II, via principale della città vecchia, un’elegante via con lunghi portici, in cui scoprire curate vetrine e accoglienti caffè, per poi addentrarsi nei vicoli su cui si affacciano caratteristici ristorantini. Lasciatevi incantare dal palazzo del Comune,costruito in stile gotico tra il 1291 e il 1395, dalle originalissime forme gotiche, e dalla carrellata di antichi edifici – come l’ex convento di San Francesco, adibito a usi artistico-culturali, ed al cui interno sono conservate tracce di affreschi quattrocenteschi e un chiostro dipinto. A due passi dalla città, sulle rive del fiume Noncello, ci sono angoli di pace in cui la [Continua..]

LE LOCALITA’

Castelnovo del Friuli

Castelnovo del Friuli

Torre di Castelnovo del Friuli Autore: Luca Vivan C’è un Friuli lontano dai flussi turistici e spesso sconosciuto anche ai suoi abitanti, fatto di piccoli paesi che crescono tra fiumi e colline. Sono zone queste, la cui ricchezza principale, la cui bellezza è la natura che li circonda, fatta di distese di boschi percorsi da piccoli torrenti, il cui bene prezioso è il silenzio che accompagna l’esploratore sui pendii, dove da una solitaria chiesa si può ammirare tutta la pianura scavata nei millenni dal fiume Tagliamento. Castelnovo non è un singolo paese ma circa una quarantina di frazioni e piccoli borghi, sparpagliati sulle colline, tra meleti quasi selvatici, orti domestici e sentieri, il cui vero centro è  la chiesa di San Nicolò e la torre poco più in cima. La [Continua…]
Scicli: Barocco e Tradizioni

Scicli: Barocco e Tradizioni

Situato all’estremo sud della Sicilia su di una conca circondata da tre valli, Scicli è un paese molto pittoresco con le abitazioni aggrappate sui pendii. Le principali attrattive sono le bellisime chiese ed i palazzi barocchi del XVIII sec., tra cui molti riconosciuti dall’Unesco. Nei dintorni, inoltre, le stupende spiagge sabbiose dorate sono una meta estiva dei turisti. Il suo aspetto barocco settecentesco è dovuto alla ricostruzione della città dopo la distruzione causata dal terribile terremoto del 1693, che colpì la Sicilia sud-orientale. Oggi l’economia sciclitana è basata sull’agricoltura e sulla produzione del pomodorino ciliegino in modo particolare, ma si sta avviando un lancio di promozione turistica della città, consapevole finalmente delle sue [Continua…]
Spilimbergo, la città del mosaico

Spilimbergo, la città del mosaico

I Magredi e le Grave, costituiscono gli elementi che più caratterizzano il paesaggio naturale dell’alta pianura del Friuli occidentale. Il territorio spilimberghese presenta due diversi aspetti morfologici naturali: la pianura, costituita da terreno ghiaioso alluvionale e racchiusa tra gli alvei del Meduna e del Tagliamento, e la zona montana, parte integrante delle Prealpi Carniche. I tre corsi d’acqua che hanno dato origine alle valli prealpine della zona sono: l’Arzino, il Cosa ed il Meduna. La storia di Spilimbergo, dal Medioevo ai giorni nostri, si può rievocare lungo le vie del suo centro storico dove l’insieme degli edifici sacri, pubblici e privati, e delle strade conservano ancora testimonianze del passato. Il cuore della città è sicuramente Corso Roma, [Continua…]
Filicudi: natura incontaminata

Filicudi: natura incontaminata

Filicuidi è “selvaggia” ed incontaminata da un turismo esasperato, grazie alla sua posizione periferica nell’Arcipelago. Essa è pertanto la meta ideale per una vacanza rilassante lontana da frastuoni e dallo stress della vita frenetica di città, adatta a chi vuole entrare in contatto con la natura. L’isola è dotata di una strada rotabile che collega Filicudi Porto ai villaggi di Val di Chiesa e Pecorini a Mare, anche se percorrere le vecchie mulattiere è sicuramente più suggestivo. Qui è possibile fare degli incontri piacevoli, come con il tipico Asino (u Sceccu) utilizzato ancora oggi per i trasporti, e molto diffuso sull’isola fino a qualche decennio fa. Un altro nucleo abitato è Rocca di Ciauli. La costa a picco sul mare dall’aspetto un pò [Continua…]
Gran San Bernardo: la Tradizione del Carnevale

Gran San Bernardo: la Tradizione del Carnevale

Carnevale a Etroubles Autore: Tahir Edy Letey Molto famoso e sentito, il Carnevale è detto della “Coumba Freidada”, cioè della valle fredda. Coinvolge tutti i paesini delle tre vallate. Una processione coloratissima risale le valli e passa dai paesi di Gignod, Allein, Etroubles, Saint-Oyen, Saint-Rhémy-en-Bosses, Roisan, Doues, Valpelline, Ollomont e Bionaz. Le persone in attesa lungo la strada si accodano così man mano al corteo. Tra le maschere non mancano quella di Napoleone a cavallo, a ricordo dello storico passaggio attraverso il Colle del Gran San Bernardo, e quella del classico Diavolo con il [Continua…]