Hai selezionato una categoria che non ha nessun risultato per la provincia attuale.

LA PROVINCIA

Lo Zoldano e l’Agordino

Nel comparto dolomitico occidentale della montagna veneta, coronato da imponenti gruppi montuosi, la presenza avvolgente della natura, il tessuto abitativo rurale e le tracce dell’attività mineraria del passato, che ha inciso profondamente il paesaggio, meritano un’attenta esplorazione. Prima di salire, su in quota, fino alle vette della Civetta e della Marmolada, grandiose scenografie di un turismo ormai consolidato. La pallida dolomia, all’alba e ancor più al tramonto, si tinge di rosa, rosso, violetto, luminosa nel cielo crepuscolare: è l’enrosadira, straordinario spettacolo naturale. Per il paesaggio affascinante e vario, le vallate serene, i prati ondulati, i piccoli laghi che specchiano cime e abeti, le Dolomiti hanno celebrità universale e sono la landa più [Continua…]

IL CAPOLUOGO

Belluno

Belluno

Campanile di Belluno “Belo-dunum”, la città splendente La bella cittadina è posta su una terrazza rocciosa al centro di una vasta conca percorsa dal fiume Piave, racchiusa a nord dalle Dolomiti feltrine e agordine e a sud dalle Prealpi bellunesi. Belluno è una città da vivere senza fretta, a piedi, scoprendo i raffinati palazzi di foggia veneziana e passeggiando nelle sue pittoresche piazze fatte a misura d’uomo. Il suo centro urbano si presenta con la classica architettura della città lagunare: qui però non ci sono calli e campielli, ma costruzioni di una tale leggerezza aerea che hanno valso a Belluno il nome di “piccola Venezia di Montagna“. Dal 1404, anno in cui si consegnò spontaneamente alla Repubblica Serenissima, al 1797 la città conobbe un [Continua..]

LE LOCALITA’

La Valnerina

La Valnerina

Il comprensorio della Valnerina comprende sostanzialmente i territori di Cascia e di Norcia ed il tratto di vallata attraversata dal fiume Nera, che va dalle fonti in prossimità di Visso nelle Marche fino alle Cascate delle Marmore nei pressi di Terni. Ricco di paesaggi in cui la natura da spettacolo, la zona è caratterizzata dalla presenza sulle alture di caratteristici paesi e borghi medievali. Situata nell’area del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Norcia conserva intatte le testimonianze del suo passato romano e medievale, a cominciare dalla cinta muraria dalla caratteristica forma a cuore. Parlando di Norcia non si può non ricordare San Benedetto, al quale diede i natali, ed il suo motto “ora et labora“. Al Santo è dedicata la piazza centrale del paese, in cui si [Continua…]
Catania e u Liotru

Catania e u Liotru

Il nome Catania deriva dal siculo “Katane“, che significa grattugia, per via del terreno lavico su cui sorge. Il simbolo della città è l’elefante, o come è chiamato dai catanesi “u liotru“. Secondo una leggenda antichissima, quando Catania fu abitata per la prima volta, tutti gli animali feroci furono messi in fuga da un elefante nano, al quale i catanesi in segno di gratitudine eressero una statua. Secondo il geografo arabo Idrisi invece, l’elefante di Catania è un talismano costruito in età bizantina in pietra lavica, per tenere lontana l’insidia dell’Etna. In ogni caso i Catanesi sono legatissimi al simpatico pachiderma, tanto da autodefininirsi marca elefante, quando vogliono dire di essere dei catanesi autentici. Situata sullo Ionio a [Continua…]
Lido di Venezia

Lido di Venezia

L’Isola d’Oro Un’isola di dodici chilometri di lunghezza caratterizzata da spiagge di sabbia sottile e dorata, fondali dolcemente digradanti, acqua pulita, stabilimenti balneari curatissimi e attrezzati con le tipiche capannine numerate. Questo è il Lido di Venezia, luogo di grande fascino ed eleganza, trasformato solo alla metà dell’Ottocento in uno dei più bei centri italiani di villeggiatura estiva. Dal 1857, anno in cui fu costruito il primo “Grande stabilimento balneare eretto sull’Onda viva del Mare”, cominciarono ad aumentare le presenze turistiche tanto da far meritare al Lido l’appellativo di “Isola d’oro“. Il turismo d’élite arrivò al Lido grazie alla costruzione dei grandi alberghi di lusso, edifici [Continua…]
Milazzo: la penisola del sole

Milazzo: la penisola del sole

Tra le graziose località siciliane non può mancare questo piccolo centro molto bello paesaggisticamente e d’antiche origini. Fondata nel 716 a.C, dagli antichi Milazzo fu chiamata “Aurea Chersoneso“, terra ricca di vegetazione e di acqua. Dotata di fertili pianure e di un clima mite, secondo le leggende era infatti il soggiorno degli dei dell’Olimpo. Forse fu qui, che Ulisse naufragato incontrò il mitico ciclope Polifemo ed è forse questa la terra dove, secondo la descrizione omerica, pascolavano gli armenti del Dio Sole. Oltre al passato illustre, di cui il Castello ne è il più degno rappresentante, Milazzo possiede tante altre attrattive, come il clima ideale, e soprattutto un mare stupendo ed un promontorio che offre dei paesaggi incantevoli. La città [Continua…]

San Vito Lo Capo

Situato a circa una quarantina di chilometri ad est di Trapani, tra la riserva dello Zingaro e monte Cofano, San Vito è un rinomato centro turistico. A rendere famosa questa località, soprattutto le chiare spiaggie sabbiose e lo stupendo mare turchese, ma non solo. Tipico borgo mediterraneo, la sua struttura ha risentito fortemente dell’influsso arabo e spagnolo. Il paese si è sviluppato attorno ad un’antica fortezza saracena, successivamente trasformata nella cattedrale dedicata a San Vito (1600). Caratteristiche le sue viuzze, con le basse case bianche con cortile interno, spesso ornate da bouganville, hibiscus ed alberi di aranci e limoni. Tra le attrattive principali, si annovera anche la tipica cucina mediterranea a base di pesce. Il piatto più famoso è certamente il [Continua…]